Home Page Terra Santa
Partenze dal 28-12-2019 fino al 05-01-2020

GUIDA SPIRITUALE DON RENZO LAVATORI

Nella terra di Gesù

Pellegrinaggio in Terra Santa

guidato dai Frati Minori della Custodia di Terra Santa

 

 

Beato chi decide nel suo cuore il santo viaggo

28 dic mercole - ROMA - TEL AVIV - NAZARET

Ritrovo in mattinata in aeroporto in tempo utile per la partenza. Formalità ed imbarco su volo per Tel Aviv. Pranzo a bordo. Atterraggio all’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv. Trasferimento in pullman a Nazaret attraverso la pianura di Sharon e di Esdrelon. Sosta al Monte Carmelo (1Re 18), per iniziare il cammino di pellegrini sotto gli auspici di Maria e di S. Elia, profeta. Sistemazione Nazaret

 

Il Verbo si è fatto Carne

29 dic giovedì - NAZARET - TABOR

Dedicheremo la mattina alla visita della città di Nazaret “fiore della Galilea”: la casa di Maria, oggi Basilica dell'Annunciazione (Lc 1,26-38), la casa di S. Giuseppe, la fontana della Vergine, la memoria della “sinagoga” (Lc 4,16-30) e il suk arabo, cuore dell’antica Nazareth crociata e poi musulmana. Dopo pranzo in pullman ci trasferiamo a Daburiyyeh, villaggio musulmano ai piedi del Monte Tabor Saliremo con minibus per visitare la Basilica che ricorda la Trasfigurazione di Gesù dinanzi ai suoi discepoli (Lc 9,28-36). Nel tragitto di rientro a Nazaret faremo sosta a Cana di Galilea, per rievocare il primo dei ‘segni' compiuti da Gesù, secondo l’evangelista Giovanni (Gv 2,1-12): le coppie presenti saranno invitate a rinnovare le promesse matrimoniali. Sistemazione Nazaret

 

Signore da chi andremo? Tu solo hai parole di vita eterna

30 dic. venerdì LAGO DI TIBERIADE

Dopo colazione si parte in pullman per il Lago di Tiberiade per visitare i luoghi legati alla predicazione e ministero di Gesù. Iniziamo la visita da Cafarnao, la “città di Gesù” (Mt 9,1), teatro della maggior parte della sua attività pubblica (Mc 1,21-34; Lc 7,1-10; ecc.). Potremo vedere la Casa di Pietro descritta dalla pellegrina Egeria, la Sinagoga del V secolo e le innumerevoli testimonianze archeologiche. Da qui ci spostiamo brevemente per salire al monte delle Beatitudini (Mt 5-7), da cui godiamo il panorama del lago. In battello effettueremo una breve traversata del Lago. Dopo il pranzo, ci rechiamo a Tabgha, per visitare il luogo della moltiplicazione dei pani (Mc 6,33-44) e del conferimento del primato a S. Pietro (Gv 21). Sistemazione Nazaret

 

Gesù andò al Giordano per farsi battezzare

31 dic. sabato NAZARET - NABLUS - GERICO - BETLEMME

In prima mattinata ci trasferiamo in Giudea attraversando la Samaria. Sosta al villaggio di Sebaste, in cui si conserva la chiesa bizantina e crociata (attualmente moschea) dove secondo la tradizione fu sepolto il corpo di Giovanni il Battista. Proseguiamo per Nablus, sobborgo di Sichem, tra i monti Ebal e Garizim, visitiamo il pozzo di Giacobbe o della Samaritana. Faremo tappa sulle rive del Giordano, a Qasr el Yahud, sito del Battesimo di Gesù (Mt 3,13-16). Ci fermiamo a Gerico, la città di Zaccheo (Lc 19,1-10) e del cieco Bartimeo (Mc 10,46-52). Proseguiamo per Qumran visitiamo il luogo del ritrovamento dei rotoli del Mar Morto. Concluderemo la giornata a Betania, casa di Lazzaro, Marta e Maria (Gv 11). Sistemazione Betlemme o Gerusalemme

 

E venne ad abitare in mezzo a noi

01 dic. domenica BETLEMME - AIN KAREM

In mattinata ci recheremo in visita dei luoghi legati alla nascita del Salvatore. Betlemme: la Basilica sulla Grotta della Natività (Lc 2,1-7), le Grotte di S. Girolamo. Beth Sahur, dove l’angelo apparve ai Pastori nella Notte Santa (Lc 2,8-20). Tempo permettendo, ci uniremo ai Frati francescani nella quotidiana processione alla Grotta della Natività. Dopo il pranzo partiamo per Ain Karem, città natale di S. Giovanni Battista: sosteremo in preghiera nel luogo della Visitazione di Maria a S. Elisabetta, dove Maria proruppe nel cantico del “Magnificat” (Lc 1,39-56), e nel Santuario della Natività di S. Giovanni Battista (Lc 1,57-80), dove Zaccaria pronunciò il cantico del “Benedictus”. Sistemazione Betlemme o Gerusalemme

 

Fate questo in memoria di me

02 gen lunedì GERUSALEMME

Come pellegrini giungiamo nella Città Santa e iniziamo il nostro ingresso dal Monte degli Ulivi. Sostiamo all’edicola dell’Ascensione che ricorda il luogo da cui Gesù risorto salì alla destra di Dio Padre (At 1,6-11). Si prosegue nella grotta “memoria” dell’insegnamento della preghiera del “Pater noster” da parte di Gesù ai discepoli (Lc 11,1-13). Scendendo lungo il monte giungiamo al Dominus Flevit, luogo in cui Gesù pianse alla vista di Gerusalemme (Lc 13,34-35; 19,41-44). Giungiamo alla Basilica del Getsemani, dove Gesù sudò sangue nella preghiera della notte del Giovedì Santo (Mt 26,36-46), l’orto degli ulivi, la Grotta dell'arresto (Mt 26,47-56) e, infine, la Tomba di Maria, luogo da cui la Madre di Dio fu assunta in Cielo in anima e corpo. Dopo il pranzo rivivremo il cammino della Passione ripercorrendo le stazioni della Via Crucis, lungo la Via Dolorosa, fino al Calvario e al Sepolcro dove Gesù venne deposto. Sistemazione Gerusalemme.

 

Padre non la mia, ma la tua volontà sia fatta

03 gen martedì GERUSALEMME

In mattinata ci recheremo al monte Sion cristiano: lungo la strada spiegheremo la Porta di Giaffa, il Palazzo di Erode (esterno), il quartiere armeno, con la Cattedrale di S. Giacomo, la Porta di Sion, Cenacolo, luogo dell’ultima Cena, dell’istituzione dell’Eucaristia e del Sacerdozio, delle apparizioni del Risorto ai discepoli, della discesa dello Spirito Santo, della prima Chiesa di Gerusalemme (Lc 22,14-38; Gv 20,19-29; At 2; ecc.); quindi vedremo la Chiesa benedettina della Dormizione di Maria (il luogo dove la Vergine concluse la sua vicenda terrena). Nel pomeriggio ci dedicheremo alla visita dei luoghi più santi della Cristianità: il Calvario, dove Gesù fu crocifisso (Mt 27,33-56), il S. Sepolcro, luogo della sua sepoltura (Mt 27,57-66) e della sua resurrezione (Mt 28,1-15), e tutti i restanti ambienti dell’attuale Basilica della Resurrezione. Sistemazione Gerusalemme.

 

Se ti dimentico Gerusalemme...

04 gen mercoledì GERUSALEMME - TEL AVIV - ROMA

 Dopo la colazione avremo tempo libero per la preghiera e la visita personale al Sepolcro. In tempo utile ci trasferiremo all’aeroporto internazionale Ben Gurion di Tel Aviv per l’imbarco sul volo di rientro in Italia e conclusione del pellegrinaggio.



  Clicca qui per scaricare il file allegato »